“SPORTELLO ROSA”, L’AMORE NON LASCIA LIVIDI, NE' FERITE INVISIBILI - Benessere mag

“SPORTELLO ROSA”, L’AMORE NON LASCIA LIVIDI, NE’ FERITE INVISIBILI

“SPORTELLO ROSA”, L’AMORE NON LASCIA LIVIDI, NE’ FERITE INVISIBILI

Il 25 Novembre sarà, come ogni anno, la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, le statistiche sul femminicidio sono sempre più allarmanti, con una percentuale del 50% solo in Lombardia, concentrata nella provincia di Milano.

Il centro medico Medicina e Nutrizione vuole offrire a donne vittime di violenza fisica e/o psicologica la possibilità di essere ascoltate, accolte e comprese, attraverso uno sportello di ascolto, Sportello Rosa”, che resterà aperto per una settimana dal 25 al 29 Novembre 2019.

In ogni donna risiede un principio femminile universale. Ogni donna è protagonista della trama della propria vita, in una dimensione che oltrepassa mondi ed epoche.
La donna rappresenta simbolicamente un nucleo di energia, è l’energia del femminile, dell’intuito e della comprensione, della ciclicità e fluidità che ha dentro di sé.

Secondo la teoria junghiana infatti, sia nell’uomo che nella donna risiedono i due archetipi, femminile e maschile, Anima e Animus, che il modello patriarcale ha severamente limitato nel nostro passato, portando la donna a soffocare o rendere fittizio il proprio maschile e, l’uomo, a non accogliere il proprio femminile.

Ciò ha determinato una crisi profonda, che si riflette oggi come una lotta continua tra uomo e donna per dimostrare la conquista di una terra chiamata Parità, una lotta in una terra d’incontro-scontro, dove la donna ha l’armatura della determinazione e l’uomo, accogliendo solo segretamente quel femminile che vive in lui sin dalla notte dei tempi, fa decadere l’ideale del “maschio forte” agli occhi della donna entrando in crisi con se stesso e fortificando sempre di più gli aspetti di determinazione e controllo nella donna.

Le donne vittime di violenza infatti, sono statisticamente donne più istruite con laurea e diploma, che occupano ruoli professionali dirigenziali o comunque posizioni professionali più elevate.

Il maschio in crisi, attraverso l’atto di violenza, opera un tentativo di annientamento, non solo della donna fisicamente presente ma soprattutto di quel maschile che sente sia stato rubatogli, nonché della sua donna interiore di cui non ha consapevolezza. Urge dunque un viaggio profondo, lungo il quale la donna può ritrovare il suo femminile perduto e farlo incontrare con il suo maschile dichiarato, e l’uomo può riappropriarsi della sua virilità accettando la bellezza del femminile che lo attraversa.

Il supporto psicologico può rappresentare esattamente questo viaggio interiore dove sia l’uomo che la donna si riconoscono, si conoscono, si rispettano e si amano.

La modalità di accesso allo “Sportello Rosa” sarà anonima, la donna interessata potrà telefonare al centro medico Medicina e Nutrizione al numero, 3397733169 e chiedendo di parlare con la dott.ssa Giovanna Pascolo psicologa e psicoterapeuta, fornendo nel caso anche un nome fittizio.

Il colloquio potrà avvenire:
  • sia telefonicamente, via Whatsapp in modalità di chat o chiamata
  • sia via Skype al contatto Medicina e Nutrizione (previo messaggio telefonico)
  • sia di persona con la psicoterapeuta (in tal caso una segreteria fisserà un appuntamento)


Gli orari:

Dalle ore 9.00 alle ore 21.00 per il colloquio telefonico
Dalle ore 11.30 alle ore 21.00 per il colloqui vis a vis in via G.Falcone, 13 – 20084 Lacchiarella (MI).
Dott.ssa Giovanna Pascolo

 

Mirko Toller

Laureato in scienze e tecniche psicologiche, mi occupo di divulgazione scientifica e comunicazione.
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial