Il colore nel design protagonista a Radio Antenna 1

Il colore nel design protagonista a Radio Antenna 1

Continuano gli appuntamenti della rivista Benessere Mag all’interno del programma “Alziamo le vibrazioni“,  il contenitore del benessere condotto da Carla Canapè nel quale Radio Antenna 1 fa palestra insieme per il corpo, la mente e l’anima, con il contributo di professionisti ed operatori dello stare bene

Gabriella Cevrero, Interior Designer e docente di teoria e psicologia del colore, stili d’arredo e progettazione d’interni, energetica Feng Shui presso l’Accademia Telematica Europea approfondirà alcuni aspetti  legati agli aspetti psicologici e sintetici del colore, in particolare nel campo della progettazione d’interni.

La Psicologia Percettiva insegna che  “il tutto è più della somma delle sue parti”, cioè che il risultato di un progetto dipende non solo da come sono le singole cose ma soprattutto da come si legano fra loro, da come RISUONANO quando vengono messe assieme

Radio Antenna 1 Torino Alziamo le vibrazioni

COSA SI INTENDE PER SINESTESIA? 

La definizione generale di “sinestesia” è contaminazione sensoriale, fenomeno percettivo in cui due sensi percepiti come distinti si manifestano contemporaneamente.

In ambito progettuale ciò avviene – in molti modi diversi – in tutte quelle situazioni in cui spesso senza accorgercene ciò che ci circonda ci stimola contemporaneamente più sensi diversi, ci colpisce cioè su più piani, alcuni più diretti e oggettivi, altri più psicologici ed emotivi.

“Mi piace pensare che colori e materiali sono la ‘pelle’ del progetto, e il designer è colui che ‘mette la pelle’ ad un luogo, alla casa: per usare una metafora, sotto  la pelle possono esserci molte cose, fondamentali per farci funzionare, ma è la pelle quella che vedo per prima, è la superficie che ci connette con gli altri e, per la casa, la pelle è il filtro che la collega a chi la vive: questa “PELLE”  è il tramite del benessere che dobbiamo perseguire per poter vivere bene in un luogo, e non parliamo solo di luoghi privati perché nel limite del possibile dovremmo poter creare benessere anche sul luogo di lavoro, e trovare benessere nei luoghi dedicati allo svago o alla vita sociale”.

COME SI OTTIENE L’EQUILIBRIO CHE PORTA ALLA SENSAZIONE DI BENESSERE? 

Nel campo del design di interni l’equilibrio ideale si ottiene accostando armoniosamente gli opposti. Infatti l’errore più grande che ci allontana dal raggiungimento del benessere è fare scelte troppo “assolute”. 

Per entrare nel vivo: Oggi in trasmissione parliamo di sinestesie e di psicologia del colore: perché colori e materiali possono essere sinestetici e come possiamo usarli in modalità emotiva e psicologica?

PIÙ SENSI COINVOLTI CONTEMPORANEAMENTE

Colori e materiali hanno caratteristiche oggettive, che vediamo con gli occhi, ma hanno anche altri significati più complessi acquisiti con l’uso, con l’esperienza che ne facciamo a livello personale e anche sociale, per cui posso dire che un oggetto è di un giallo chiaro, o scuro (caratteristiche VISIVE del pigmento giallo), ma posso anche dire che è di un giallo squillante (coinvolgo il senso dell’UDITO) oppure che è un giallo soffice e caldo (TATTO e PROPRIOCEZIONE TERMICA) o ancora che è giallo acido (senso del GUSTO), 

ESEMPI DI INFLUENZA DELLE FINITURE 

Colori e materiali possono avere diversi TIPI DI FINITURE: opaca, satinata, lucida, trasparente, specchiante, ruvida, liscia, uniforme o texturizzata… insomma gli occhi sono consapevoli quando riconoscono un colore, ma assieme al colore spesso in modo inconsapevole ne recepiscono anche la “finitura” e questo influenza la percezione d’insieme:

Ad esempio se vi sono in un ambiente troppi elementi “LUCIDI” e riflettenti l’ambiente sembrerà brillante ma più freddo: l’occhio infatti associa la specchiata lucida all’acqua che è umida e fresca o fredda, poiché lo specchio d’acqua di un lago è stato il primo concetto di finitura lucida conosciuto dall’uomo, e ciò ha creato da sempre e fino ad ora questa associazione inscindibile. Come faccio a portare equilibrio dove ci sono finiture lucide e fredde? portando qualcosa che sia esattamente il contrario cioè finiture opache e colori caldi.

Altro esempio: il cliente ama tessuti in colori freddi ma deve arredare la casa in montagna dove FA FREDDO? Li accosterà a materiali caldi (LEGNO) e li preferirà in finiture morbide e opache (es LANA COTTA).

Altro esempio: Lo stesso bagno rivestito in piastrelle bianche e blu lucide, piò essere piacevole nella casa al mare ai tropici, ma niente affatto invitante nello chalet in alta montagna…

Altro esempio mescolare le carte: posso creare alcuni effetti tramite l’uso de i colori e altre sensazioni tramite le finiture.
Il blu è freddo ed equilibra bene un arancione che è caldo, ma possiamo andare oltre: un blu LUCIDO è più FREDDO di un blu opaco, e un arancio OPACO è più CALDO di un arancio trasparente

In conclusione: colori, materiali e finiture possoNo andare nella stessa direzione o in direzioni diverse

 

colore design

 

COME PUÒ ESSERE UTILE LA FIGURA DELL’INTERIOR DESIGNER?

IL PROGETTISTA deve mediare fra i desideri del cliente e gli aspetti più pratici e oggettivi del progetto: quando si arriva a quella fase in cui si deve difinire la scelta dei materiali e colori, e lo stile che i clienti vorrebbero portare nella loro casa, i clienti spesso usano un linguaggio astratto e figurato, descrivono dei desideri emotivi, non solo delle scelte di moda o budget 

Il cliente comincia a parlare di “bello” di “atmosfera” di “relax”, di sensazioni, insomma di esigenze emotive e psicologiche e non solo pratiche, e il progettista deve interpretare e tradurre questo in pitture murarie, tappeti, tessuti, rivestimenti e forme di arredi e oggetti, insomma deve creare quel “tutto” dove le singole parti si collegano a dare il risultato di confort, di benessere.

Non dimentichiamo che il benessere è molto personale e soggettivo e il bravo progettista “nasconde” le buone regole oggettive della scelta del colore senza però annullare i desideri del cliente in nome delle ultime tendenze, e senza  assecondarlo  in capricci mutevoli

È DIFFICILE INTERVENIRE PER APPORTARE MAGGIOR BENESSERE MEDIANTE COLORI E MATERIALI?

È sempre possibile migliorare la sensazione di benessere in casa propria, sia che si stia progettando “da zero” spazi completamente nuovi, sia in fase di ristrutturazione di spazi già esistenti, sia semplicemente per un “restyling” cioè il rinnovo degli ambienti senza opere murarie o impiantistiche ma “solo” con modifica delle finiture dei colori e di qualche pezzo di arredo e decorazione.

Proprio il mondo del colore ci aiuta poiché aggiungere o cambiare i colori è possibile con poca spesa, dal momento che cambiare colore ad una parete o cambiare un tappeto costa senz’altro meno che sostituire un pavimento.

COSA SI INTENDE PER “PSICOLOGIA DEL COLORE? 

Per poter usare i colori per creare sensazioni ed emozioni su più piani dobbiamo conoscere il linguaggio del colore, soprattutto i significati psicologici del colore: saranno loro a farci usare i colori per creare allegria, vitalità, calma, relax, meditazione, concentrazione, freschezza o calore, o stimoli vivificanti e quant’altro.

ALCUNI ESEMPI?

  • La cosa più facile è Collegare i COLORI alle categorie “caldo” e “freddo” i colori della luce del sole dall’alba al tramonto o della fiamma sono tradizionalmente caldi (dal GIALLO AL ROSSO) i colori dell’acqua, del cielo, della notte sono freddi (dall’AZZURRO AL BLU AL VIOLA) il verde è definito come fresco: è fatto col giallo e col blu perciò non può essere né solo caldo né solo freddo… i grigi mescolano in loro tutti i colori e pertantoo sono la rappresentazione di un equilibrio, ma un equilibrio fermo che rischia di diventare noioso e triste…
  • Ogni colore ha significati ed effetti psicologici sia positivi che negativi, a seconda del contesto ed anche a seconda degli usi sociali, a volte comuni nel mondo, a volte molto diversi da paese a paese (QUI potrei fare diversi esempi, ma non potendo parlare di tutti i colori preferirei parlare del ROSSO, che è un colore rischioso da usare negli interni, e del verde suo complementare..) esempio rosso POSITIVO passione, festa, adrenalina, movimento, teatralità; NEGATIVO pericolo (legato al colore del sangue che fa rilasciare in circolo l’adrenalina). Molti sconsigliano il rosso nella zona notte, ma chi ama il rosso potrebbe volerlo anche in camera da letto…come fare? Si potrà metterlo sulla parete dietro il letto in modo che facci parte della stanza ma che non lo si abbia davantii agli occhi al momento di addormentarsi
  • Anche i POSTI dove colloco colori e materiali possono influire psicologicamente sull’effetto finale di benessere: colori e materiali scuri ad esempio sono percepiti come più “pesanti” e se li metto in alto, avrò la sensazione di “minaccia” dall’alto, di qualcosa che potrebbe” cadermi addosso”: fastidioso e tutt’altro che rilassante… scegliere un soffitto scuro, blu o nero è rischioso: ma se si vuole ribassare un soffitto troppo alto e lontano allora si può fare, idem se si vuole creare un effetto “avvolgente” e notturno…cosa ci serve però per sentirci sicuri nella notte? una qualche luce che ci guidi, il falò acceso sulla spiaggia….(= luce d’atmosfera bassa e  pavimento chiaro!)

ESISTONO ANCHE ALTRE RELAZIONI PSICOLOGICHE importanti FRA: COLORI E MATERIALI

Sono due facce della stessa medaglia: ma cosa vuol dire?

Vuol dire che ogni materiale ha un colore, appartiene ad una famiglia di colori, ed ogni colore si può portare in un progetto mediante un materiale. esempio Vogliamo circondarci di giallo perché ci fa stare bene ma chi vive in casa con noi non ama il giallo? Concentreremo il giallo come colore nella nostra stanza, e nel resto della casa potremo usare legno di rovere e qualche finitura dorata o in ottone (che “corrispondono” tutti al giallo ma in quanto materiali sono più morbidi e graditi dei colori corrispondenti).

PERCHÉ ALCUNI COLORI DONANO DI PIÙ SE APPLICATI A CERTE FORME?  

Alcuni colori stanno meglio applicati ad alcune forme piuttosto che ad altre: il verde che noi conosciamo originariamente e principalmente dal mondo della natura, sta meglio applicato a forme “organiche” ad esempio ramage e forme naturali,“a foglia”, piuttosto che cubi geometrici, l’azzurro amplifica il respiro e smaterializza le forme geometriche troppo massicce poiché le confonde con lo sfondo di un cielo diurno, il color mattone è il colore della terra, dei muri, è un colore solido molto ben definito nei suoi confini, pertanto è adatto a forme solide, a stabilizzare, non è per nulla adatto laddove si voglia “alleggerire una presenza”: una parete mattone apparirà solida e ben definita, per nulla leggera…e così via…

 

Radio Antenna 1

Radio Antenna 1 è una radio sulle eccellenze e il benessere del territorio e si ascolta a Torino e Provincia, Astigiano e Cuneese sulle frequenze FM 104,7-104,6 FM, oppure su digitale terrestre-sezione radio in tutto il Piemonte e, in streaming, ovunque, dal sito web http://www.antennaunoradio.com

Specializzata sul tema del benessere e della formazione, con programmi dedicati, e riconosciuti come riferimento interculturale dalla comunità latina piemontese.

www.antennaunoradio.com
www.facebook.com/antenna.uno
www.instagram.com/antenna.uno
Per scrivere in diretta, WhatsApp: 335 5731 226
Per intervenire in diretta 011745439

Benessere mag

Benessere mag è la testata di riferimento per chi è alle ricerca d’informazioni, consigli, novità o anche solamente curiosità dal mondo del benessere: vi guideranno i migliori esperti sui temi più delicati. Focus sull’attualità e a disposizione esperti per le risposte ai dubbi più frequenti. Una rivista interamente on-line e gratuita, al servizio delle persone.
Gli articoli di Benessere mag nascono grazie al contributo di medici, psicologi, biologi, giornalisti e professionisti del settore che offrono, attraverso una rigorosa selezione di articoli, informazioni teoriche e operative particolarmente utili per chi intende approfondire l’argomento.

Le vostre domande: gli esperti di Benessere mag rispondono

L’informazione al servizio delle persone. Se desiderate inviarci una domanda relativa a un vostro caso specifico, una curiosità o un argomento interessante, i nostri esperti sono a disposizione. I temi che riterremo più interessanti per gli ascoltatori saranno trattati in un articolo di approfondimento.

www.benesseremag.it
www.facebook.com/Benesseremag
twitter.com/BenessereMag

Email: benesseremag@medicinaenutrizione.it

 

Redazione online

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial