Ricrescita dei peli dopo la ceretta: come si può rallentare

Ricrescita dei peli dopo la ceretta: come si può rallentare

I peli superflui sono, sia per gli uomini, sia per le donne, un oggettivo motivo di disagio. Tra i servizi più richiesti dagli istituti di bellezza rientrano proprio i trattamenti per eliminarli.

Eliminare i peli superflui è un vero e proprio bisogno per tante persone e, tralasciando quelle che optano per la depilazione definitivi (al riguardo il sito Lasermilano.it aiuta a capire quali siano i vantaggi e i costi dell’epilazione laser), ce ne sono tante che per farlo ricorrono alla ceretta, tecnica che – pur non avendo effetti permanenti – rispetto ad altri rimedi consente di prolungare l’effetto ‘pelle liscia’, specialmente con alcune accortezze pre e post trattamento.

Può capitare, in alcuni casi, di non riuscire per un po’ di tempo a recarsi presso il proprio centro estetico di fiducia per rifare il trattamento con la ceretta. In questi frangenti, non bisogna lasciarsi dominare dal pensiero della ricrescita assicurata. Esistono infatti diversi metodi che consentono di rallentarla. Vediamone alcuni nelle prossime righe!

Viva lo scrub

Lo scrub è una delle coccole di bellezza più gradevoli in assoluto. Quando lo si chiama in causa, la prima immagine che viene in mente, lato effetti, è quella di una pelle liscia e luminosa. Dietro a tutto ciò, però, c’è molto di più: lo scrub, infatti, è uno dei metodi più efficaci per rallentare la crescita dei peli.

Tutto ciò è possibile grazie al processo di esfoliazione che caratterizza il trattamento e che permette, di fatto, di scovare anche i peli più corti che iniziano a rispuntare dopo la ceretta.

Il potere del ghiaccio

Un altro rimedio prezioso quando si tratta di tenere sotto controllo la crescita dei peli dopo la ceretta se non si riesce subito a recarsi dall’estetista è… il ghiaccio!

Sì, si tratta di un espediente economico, immediatamente a portata di mano ed estremamente efficace.

Il ghiaccio – parliamo del classico cubetto – ha un duplice beneficio. Da un lato, permette di apprezzare un interessante effetto antinfiammatorio, aspetto di grande importanza soprattutto nei casi in cui, dopo la depilazione, sono rimasti delle fastidiose aree di arrossamento.

Il ghiaccio, inoltre, agisce come vasocostrittore. In questo modo, si chiude il poro del pelo, rallentando concretamente la crescita post trattamento.

I benefici del tè verde

Il tè verde è una bevanda assunta dall’uomo da tempo immemore. Ricca di benefici per la salute, tra cui un’innegabile efficacia antiossidante e antinfiammatoria, si contraddistingue per la presenza di un polifenolo speciale noto come epigallocatechina-3-gallato.

Secondo diversi studi che si sono svolti negli ultimi anni, sarebbe in grado di modulare la sintesi e l’espressione degli ormoni androgeni, supportando rimedi farmacologici contro l’irsutismo causato da squilibri ormonali.

Salvo controindicazioni, può essere assunto senza problemi anche tutti i giorni, per esempio a colazione.

L’efficacia della curcuma

La natura ci fa un altro grande regalo da utilizzare al meglio per rallentare la crescita dei peli. Di cosa si tratta? Della curcuma. Unendola ad altri due ingredienti, ossia la farina di ceci e l’aloe vera, è possibile ottenere un composto di consistenza omogenea, da applicare poi sulle gambe.

Dopo averlo lasciato asciugare, si procede a sciacquarlo via.

In un mese e mezzo, massimo due, si possono apprezzare risultati notevoli ed essere più sereni nei casi in cui non si riesce a fissare l’estetista quando si vorrebbe.

Pietra pomice

Proseguendo con l’elenco dei rimedi per rallentare la crescita dei peli dopo trattamenti come la ceretta, un doveroso cenno va dedicato alla pietra pomice, da utilizzare durante la doccia.

I risultati sul rallentamento della ricrescita dei peli si possono riscontrare, dopo un impiego costante, in poche settimane.

Alimenti ricchi di soia

Gli alimenti ricchi di soia, grazie alla loro ricchezza in fitoestrogeni, sono un altro espediente naturale per rallentare la crescita dei peli.

Redazione BenessereMag

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial