L’imprenditrice Cinzia Di Zio vince il premio ITWIIN 2020 per la categoria “Donna particolarmente creativa”

L’imprenditrice Cinzia Di Zio vince il premio ITWIIN 2020 per la categoria “Donna particolarmente creativa”

Cinzia Di Zio è stata premiata per le sue invenzioni TechnoMask Crystal trasparente e Technomask Oblò, che, a parere della Commissione del Premio ITWIIN, «hanno migliorato le politiche di inclusione delle persone sorde e ipovedenti»

Cinzia Di Zio, titolare del Gruppo Blue Italy di Montesilvano (Pescara), azienda di ricerca, sviluppo e produzione nel settore tecnologia dei tessuti, si è aggiudicata la 12^ edizione del Premio ITWIIN organizzato dall’Associazione italiana donne inventrici e innovatrici (www.itwiin.org).

L’edizione 2020 si è svolta il 18 novembre scorso in modalità remoto da Milano, con la collaborazione di Assolombarda e del suo progetto “STEAMiamoci”, che promuove azioni concrete per ridurre il “gender gap”. A lei è stato assegnato il prestigioso premio di donna particolarmente creativa.

Il Premio è riservato a donne di nazionalità italiana (o residenti e operanti sul territorio nazionale) impegnate come imprenditrici, professioniste e ricercatrici in strutture pubbliche o private. Cinque i premi istituiti dalla Commissione di valutazione dell’associazione ITWIIN: migliore inventrice, migliore innovatrice, donna particolarmente creativa, capacity building e alta formazione. Ogni anno vengono accolte le candidature di donne impegnate in tutti i campi scientifici, ma anche nel mondo della moda, dell’arte, del design, dell’artigianato e della formazione.

Cinzia Di Zio è stata premiata per le sue invenzioni TechnoMask Crystal trasparente e Technomask Oblò, che, a parere della Commissione del Premio ITWIIN, «hanno migliorato le politiche di inclusione delle persone sorde e ipovedenti». Nate come mascherine protettive innovative per contrastare la diffusione del virus e la pratica dell’usa e getta, le TechnoMask vengono realizzate dalla Blue Italy con tessuto ignifugo sul quale viene termosaldato uno strato di poliuterano.

Il premio assegnato dall’associazione delle donne inventrici e innovatrici è una conferma della grande passione che accompagna il lavoro dell’imprenditrice abruzzese fin dal 2013, anno in cui, ispirandosi al concetto di Blue Economy, ha deciso di fondare la sua azienda che realizza tessuti innovativi, prototipi e accessori per le case di alta moda, per l’arredamento e l’automotive.
«Questo importante riconoscimento è stato ottenuto grazie a un grande lavoro di squadra», dichiara Cinzia Di Zio. «Il mio team ha lavorato anche durante il lockdown: è il nostro dna aziendale che ci permette di dare il massimo anche nei momenti più difficili».

Si ringrazia per la comunicazione Monia Donati dell’ufficio stampa – Imp l’editoria

Federica F.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial