Igiene orale: quanto conta curarsene in età giovanile

Igiene orale: quanto conta curarsene in età giovanile

Il benessere personale è fondamentale in ogni aspetto possibile, e quando ci si riferisce alla cura del corpo, si intende qualunque zona esistente. I denti sono una delle parti maggiormente delicate, e una mancanza di igiene orale può causare problematiche diffuse, come ad esempio il mal di testa o il mal di schiena. Per preservare correttamente l’equilibrio salutare, bisogna impartire ai bambini l’importanza della cura dei denti e della relativa igiene orale. In tal senso, è necessario insegnare ai più piccoli come salvaguardare i propri denti attraverso la pulizia totale della bocca, poiché anche un piccolo calo dell’attenzione può risultare fatale. 

La cura dell’igiene orale in età giovanile gioca un ruolo cruciale nella salute dentale a lungo termine. Durante la crescita, infatti, i bambini e gli adolescenti possono essere soggetti a diversi problemi dentali tra cui la carie, la piorrea – e al riguardo gli esperti di Excellence Dental Network ci aiutano a capire cos’è la parodontite giovanile – e la malocclusione che, se non trattate tempestivamente, possono avere ripercussioni importanti non solo al livello orale ma sullo stato di salute generale. Durante le fasi di crescita, i bambini diventano man mano più autonomi e imparano come curare l’igiene orale, ma devono sapere come riuscirci adeguatamente. Infatti, è facile che i più giovani si distraggano tra un impegno e l’altro, e dunque sono i genitori ad adottare il ruolo da controllori. Per saperne di più: segue un approfondimento su quanto conta curarsi dell’igiene orale in età giovanile.

Come curare l’igiene orale in età giovanile

Durante l’infanzia ci si deve lavare i denti la mattina e la sera, dopo ciascun pasto, e tramite uno spazzolino efficiente. Una volta però che un individuo cresce, lavare i denti non basta più, poiché bisogna servirsi di un dentifricio adatto e di un filo interdentale adeguati alle esigenze presentatesi successivamente all’infanzia. Due professionisti fondamentali in età giovanile sono il dentista e l’igienista dentale, i quali devono non solo preservare la salute orale dei ragazzi, ma hanno anche il compito di educare loro per far sì che raggiungano pienamente l’autonomia auspicata. 

Ci sono tre passaggi cruciali a cui devono far fronte i dottori nell’ambito di riferimento: insegnare ai più giovani come spazzolarsi i denti e come scegliere lo spazzolino ideale; motivare all’utilizzo di strumenti come lo scovolino e il filo interdentale. Inoltre, è possibile anche ottenere dei suggerimenti circa la corretta gestione dei denti fuori casa, specialmente quando i soggetti montano o indossano degli apparecchi ortodontici fissi o mobili che siano.

I rischi derivanti da una scarsa igiene orale negli adolescenti

Nell’età giovanile è fondamentale curare l’igiene orale, poiché è nella suddetta fase di vita che potrebbero svilupparsi disturbi e problemi, i quali si manifesteranno poi in età adulta. Talvolta le problematiche potrebbero essere legate anche all’estetica e alle conseguenti difficoltà sociali, date dall’immaturità caratteriale e dall’ingenuità dei bambini. Prevenire i rischi è imprescindibile per la serenità, la sicurezza e l’incremento dell’autostima. 

Ma quali sono i principali rischi legati ai denti quando non vengono curati a dovere? In primis la formazione di carie, seguita da una maggiore sensibilità dentale e dall’infiammazione delle gengive. L’alitosi e le macchie sui denti possono essere sintomo di una superficie dentale giallastra, e ciascuno di questi fattori è inevitabilmente causato da una cattiva o assente igiene orale.

Come incentivare una corretta igiene orale nei più giovani

Per cercare di incentivare una corretta igiene orale nei più giovani, sia bambini che adolescenti, è doveroso scegliere per loro alcuni dei prodotti consigliati dal dentista, poiché si può così ottenere un look estetico accattivante e un sapore decisamente gradevole durante il lavaggio. Per cercare di non lavare in maniera superficiale i denti, è bene programmare un timer di 3 minuti. Infine, è opportuno ricordare loro che non praticare una corretta igiene orale può causare la comparsa di macchie gialle sui denti e l’alitosi, creando problematiche sociali. 

Redazione BenessereMag

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial